Blog
 Il Bouledogue, come tutti i cani ha bisogno del suo spazio per crescere, correre e giocare. Sarebbe opportuno evitare però nei primi 12/18 mesi di vita di sottoporre le articolazioni a sollecitazioni eccessive come fargli fare esercizi che implicano salti, o di fargli fare le scale, e saltare dai letti o da divani e poltrone. Tutto questo perché le sollecitazioni verticali possono aumentare la pressione sulla superficie delle cartilagini delle articolazioni, e conseguentemente creare un eccesso di secrezione del fluido articolare e danneggiare la cartilagine inta-articolare, o comunque causare danni ai legamenti. Il risultato sono articolazioni gonfie e dolorose, con deformazione della posizione degli arti o, nei casi più gravi è necessario sottoporre il cane ad interventi chirurgici. Anche quando il Bouledogue diventa adulto, sono comunque da evitare i salti in verticale, per esempio per fargli prendere una pallina dalla nostra mano che teniamo a mezz’aria. Questo perché la ricaduta al suolo, potrebbe portare ad un’anormale compressione delle vertebre della spina dorsale. Questo tipo di incidente è molto pericoloso, quindi giochi simili sono assolutamente sconsigliati. I cani non parlano o, per meglio dire, utilizzano un linguaggio differente da quello umano. Se stanno male, non possono spiegarlo a nessuno; sta al loro padrone essere un buon osservatore e cercare di comprendere il problema. Riassumiamo alcuni consigli utili riguardo a cosa cercare di evitare, ovviamente nei limiti del possibile: – NO ai salti dall’alto (come ad esempio scendere dal letto, dal divano…) – NO ai salti in verticale (ad esempio mentre giocahiamo con loro) – NO alle “arrampicate” in montagna per ripidi sentieri – NO a situazioni pericolose, in cui il boullo rischia di cadere, anche se ci sembrano divertenti – e NO, sempre per quanto possibile, alle scale in discesa fino ai 12-18 mesi. – SI invece alle scale in salita a qualsiasi età – SI alle corse al parco (tenendo sotto controllo la respirazione, soprattutto in estate) – SI ai giochi con gli amici – e SI alle lunghe o anche lunghissime passeggiate insieme ai suoi umani! Ricordiamoci che il Bouledogue Francese, per quanto possa essere esuberante e, a volte, un “pazzo scatenato”, è un cane da compagnia e non è strutturalmente portato a grandi sforzi fisici.

Comments

  • Confermo, la nostra Olivia è stata operata di ernia spinale, ha rischiato la paralisi ma per fortuna si è ripresa, il problema è non farli saltare

Leave a Reply